Archivio per la categoria ‘Servizi Comunali’

Comune di Napoli
Image via Wikipedia

Napoli, indagati sei amministratori del Comune
Pm ipotizza reato di peculato per uso improprio delle auto blu
(ANSA) – NAPOLI, 20 DIC – Sei amministratori del Comune di Napoli risultano indagati a chiusura delle indagini sull’uso improprio delle auto blu. Si tratta di due assessori attualmente in carica e di quattro di precedenti giunte. Tra gli attuali amministratori – secondo quanto riferiscono organi di stampa – il provvedimento riguarderebbe gli assessori alla Nettezza Urbana (uno del Pd e uno di Prc). I quattro ex assessori sono del Pd, dell’Udeur e del Pdci. Il pm ipotizza il reato di peculato.

Reblog this post [with Zemanta]

Si attende l’apertura di due nuovi siti per lo stoccaggio delle «ecoballe»

Impianti saturi, i rifiuti accatastati lungo strade e marciapiedi non potranno essere rimossi entro domani

(Ansa)

NAPOLI – Il Natale dei napoletani rischia di essere all’insegna della spazzatura. Malgrado negli ultimi giorni sia stata intensificata la raccolta delle tonnellate di immondizia accatastate lungo strade e marciapiedi, l’emergenza smaltimento rischia nuovamente di aggravarsi.

IMPIANTI FERMI – Quasi tutti gli impianti di stoccaggio rifiuti sono chiusi in quanto già satri e resta il problema di dove stipare le cosiddette «ecoballe», i blocchi di immondizia compattata ottenuti dopo un primo trattamento del materiale raccolto dai cassonetti. Se il fermo degli impianti dovesse perdurare, il rischio che si arrivi ad un blocco anche della raccolta potrebbe essere molto concreto. Entro metà della prossima settimana dovrebbe essere pronto il nuovo sito di stoccaggio di Casalduni, nel Beneventano, ma i tempi sono ancora lunghi per gli altri cinque siti individuati dal commissariato straordinario per l’emergenza rifiuti. In queste ore si sta fronteggiando la situazione facendo ricorso a siti provvisori di trasferenza per il rifiuto «tal quale», cioè quello prelevato dal cassonetto.

NEL SALERNITANO – Il 27 dicembre verrà invece decisa la localizzazione del sito di stoccaggio provvisorio delle ecoballe prodotte dall’impianto di Cdr di Battipaglia, in provincia di Salerno, un’altra delle aree dove l’emergenza è particolarmente sentita. La decisione è stata presa nel corso di un vertice nella prefettura di Napoli cui hanno partecipato, fra gli altri, il prefetto Alessandro Pansa, il prefetto di Salerno, Claudio Neoli, il presidente della Provincia di Salerno, Angelo Villani, l’assessore provinciale di Salerno all’Ambiente, Angelo Paladino, ed il vice presidente del consorzio rifiuti di bacino Sa3, Giuseppe Marmo. Se i quattro consorzi di bacino del Salernitano, entro giovedì prossimo non individueranno dei siti comprensoriali per lo stoccaggio delle ecoballe prodotte nella provincia di Salerno, il commissariato di governo per l’emergenza rifiuti della Regione Campania, con una propria ordinanza, indicherà l’area militare dismessa di località Mandranello nel territorio comunale di Padula quale sito unico di stoccaggio provinciale. Il sito di località Mandranello sarà operativo fino all’attivazione della discarica provinciale individuata in località Arenosa di Caggiano (Salerno)

24 dicembre 2007

La Carta d’identità Elettronica è il nuovo documento di riconoscimento che sta sostituendo il vecchio documento cartaceo.
La carta, che ha le dimensioni e le caratteristiche di una carta di Credito, accanto alla foto, reca un vero e proprio micro-computer, contenuto in un apposito chip; questo micro – computer consente la memorizzazione di una grande quantità di dati ed assicura un elevato standard di sicurezza.
La carta avrà, a tutti gli effetti, valore di riconoscimento dell’identità e costituirà inoltre la chiave di accesso ai servizi telematici messi in rete dalla Pubblica Amministrazione.