Archivio per luglio, 2007

The NewsNapoli Politica

Napoliaffari, che è uno dei pochi strumenti di comunicazione che non ha ricevuto un Euro in finanziamenti dalle istituzioni, nonostante sia tra i portali Napoletani più visitati, vuole essere uno strumento libero di informazione, non anarchico, si badi bene, anzi, uno strumento per chiedere quella che un giorno si chiamava “la normalità”, e che i nostri politici Campani sembrano aver perso di vista. E penso uno delle componenti fondamentali del problema rifiuti sia proprio frutto di una comunicazione inefficiente, e che dimostra pienamente i danni che provoca il nepotismo nel mondo della comunicazione e negli altri punti nevralgici delle istituzioni Napoletane e campane, che vive di “eventi con la brochure”. Fiumi di denaro versati ad “addetti alla comunicazione” amici degli amici, parenti, nipoti, ed il risultato è che non riuscite a spiegare il concetto della raccolta differenziata, e dello scarso impatto dei temovalorizzatori. Così per affrontare il problema pensate ancora di seppellire rifiuti in discariche (lo so siamo in emergenza) ma per farlo occorre l’esercito. Ma è inutile che sto qui ad elencare i vostri errori, tanto è difficile che li capireste, il familismo ed il nepotismo è la quintessenza di questa sinistra al potere in Campania, che si spera venga al più presto rimpiazzata da persone di capacità vere (gente che in questo momento combatte a mani nude contro i soldi che avete fatto cadere a pioggia sulla comunicazione senza alcun controllo delle capacità tecniche ed espressive).

Napoliaffari, non fa parte di nessun schieramento politico, anzi è APOLITICO, nel senso che se ne sta fuori, ma pretende dalla politica LE CAPACITA’, ed altre virtu che certamente in questo momento sembrano latitare dal panorama politico Italiano.

Così quando Rosa Russo Iervolino afferma : “L’allarme dell’ambasciata americana sui rischi per la salute a Napoli a causa dei rifiuti “è inopportuno e intempestivo perché interviene quando l’emergenza rifiuti è ormai alle spalle. La città è pulita e i cumuli di rifiuti non ci sono più”.

  • Mi vengono i brividi perchè non è vero,almeno non lo è per la periferia e l’hinterland, dove i cumuli di immondizie sono stati raccolti ben più tardi rispetto al centro di Napoli, rimanendo per giorni sotto il sole.
  • E poi, mi fa pensare che i nostri politici sono molto lontani dal significato che in altri paesi ha la parola “CITTADINO”, cosi noi mentre tutti i Tg del mondo (persino quelli Cinesi), parlano di disastro rifiuti, Il sindaco chiede le scuse ufficiali Americane, per l’avviso dell’Ambasciatore USA ai cittadini americani in Viaggio a Napoli.

A me piacerebbe che le nostre istituzioni avessero la stessa cura per noi cittadini Napoletani e Campani, ma si sa non è così. Secondo questa logica emerge che dal “CAOS RIFIUTI” sarà l’ambasciatore americano a dovere delle scuse, non certo il Sindaco ed il Governatore ai CITTADINI Campani e Napoletani ed a tutti i cittadini del mondo che hanno a cuore le bellezze storiche e naturali della Campania.

E l’assessore all’Ambiente, Gennaro Nasti, (un Verde tra l’altro) spiega che “tanto l’Osservatorio epidemiologico cittadino che quello regionale della Azienda Sanitaria Locale Napoli 1, che hanno puntualmente eseguito tutti gli interventi di sanificazione del territorio ed hanno effettuato un attento monitoraggio in stretto contatto con le strutture sanitarie regionali, hanno ufficialmente escluso l’incidenza della emergenza rifiuti sulle normali patologie registrate nel territorio cittadino”, vale a dire non c’è stato nemmeno un caso di colera.

Insomma la linea generale della Giunta è “Quisquiglie”, ma a questa giunta va ricordato il primato della Campania nei decessi per cancro, dovuto proprio al minimizzare degli amministratori.

Ultima annotazione:

“Sia la Iervolino che il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, ammettono comunque che gli incendi dei cassonetti sono stati un problema, “ma li abbiamo circoscritti e, anche se non salubri, non hanno mai costituito un pericolo diretto per turisti e cittadini: in caso contrario avremmo preso provvedimenti”.”

Perchè volete dire che potevate prendere dei provvedimenti e non lo avete fatto?

feliceiovino

(tengo famiglia)

Annunci